Sistema di Gestione Qualità Ambiente Sicurezza

Sistema di Gestione Qualità Ambiente Sicurezza

Quando si parla di sistemi di gestione, parlarne in accezione di integrazione dovrebbe essere naturale se riflettiamo sul fatto che il raggiungimento della certificazione del proprio Sistema di Gestione della Qualità non dovrebbeSistema di Gestione Qualità Ambiente Sicurezza rappresentare l’obiettivo finale per un’organizzazione ma un punto di partenza per mirare alla cara vecchia TQM – Total Quality Management. Infatti per un’azienda che mira al miglioramento continuo, anche l’ambiente con il suo impatto sul sistema sociale, politico ed economico riveste un’importanza notevole se consideriamo le risorse naturali come beni collettivi, così come le tematiche relative alla salute, alla sicurezza e alla responsabilità sociale.

Quindi alle Organizzazioni che applicano efficacemente un sistema di gestione per la qualità, conviene prepararsi fin dai primi passi a gestire un sistema integrato, progettato ottimizzando i processi e razionalizzando la relativa documentazione, piuttosto che impegnarsi solo a certificare il Sistema Qualità o Ambiente, oppure Salute e Sicurezza o Sicurezza Alimentare.
L’Organizzazione è una, non esiste un’azienda nei confronti dell’ambiente, un’altra che presidia i processi per la qualità e la sicurezza del prodotto, ed un’altra ancora che mira all’abbattimento degli infortuni; una visione unitaria del sistema aziendale valorizza l’intera organizzazione attraverso una migliore visibilità degli obiettivi comuni, l’unicità di gestione e un unico riferimento per la documentazione e per la gestione dei dati, l’ottimizzazione delle risorse, il contenimento dei costi ed una migliore integrazione delle competenze.

 

PROGETTARE UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO

Vediamo insieme i passi da fare per la progettazione di un sistema di gestione integrato efficace:

1

Per la progettazione di un sistema di gestione integrato di deve partire da politiche aziendali ed obiettivi che abbiano la visione integrata: è la conoscenza condivisa degli obiettivi, infatti, che permette di sapere come organizzarsi per lavorare e per raggiungerli.

2

I target del sistema di gestione integrato saranno certamente diversi per ogni norma; ma l’abitudine consolidata della ISO 9001 a “riconoscere” i propri clienti ed a conoscere i loro requisiti espliciti, impliciti e cogenti, sarà utile anche ai sistemi ambiente e salute e sicurezza. Basterà solo identificare il target corretto: infatti per la OHSAS 18001 saranno i lavoratori interni dell’azienda, gli attori della catena di responsabilità aziendale, i lavoratori esterni all’azienda che possono lavorare internamente, i committenti, tutte le parti interessate su cui potranno ricadere gli effetti negativi di un infortunio. Per l’ambiente saranno tutti quegli attori che potrebbero avere un danno in caso di impatto negativo: la comunità in cui opera l’azienda, il vicinato, la pubblica amministrazione, i committenti.

3

L’approccio per processi, baluardo della ISO 9001, aiuterà a mappare più facilmente e con maggior dettaglio tutti gli aspetti ambientali ed i rischi per la salute e sicurezza applicabili ad ogni processi.

4

Un altro principio della ISO 9001 sarà utile allo scopo dell’integrazione: il coinvolgimento del personale infatti sarà importante tanto sul piano dell’attenzione al cliente, quanto sul rispetto ed il controllo dei parametri ambientali e di salute e sicurezza, nel riportare alla direzione quasi incidenti e situazioni pericolose prima che sfocino in infortuni o impatti ambientali dannosi.

5

Riprendendo sempre dai principi della ISO 9001, la creazione del lavoro in partnership con i fornitori sarà di supporto soprattutto per la sicurezza negli appalti, caldeggiata dalla OHSAS 18001 e dai riferimenti legislativi nazionali.

6

Non ci potrà essere miglioramento continuo senza conoscere le proprie performance per cercare di migliorarle; e l’ultimo principio della ISO 9001 che ci supporta nella integrazione dei sistemi è quello delle decisioni basate sui dati di fatto. Infatti l’Organizzazione potrà avere grossi benefici attuando il monitoraggio integrato dei propri processi, riuscendo così a vedere tutte le sfaccettature del processo e potendo così operare scelte di miglioramento non solo sulla base di dati per la qualità, ma anche per averne vantaggio dal punto di vista energetico, ambientale, infortunistico, …

COSA INDICANO LE NORME

Concetti molto simili sono introdotti nella BSI PAS 99Specification of common management system requirements as a framework for integration”, una specifica tenica che rappresenta un vero e proprio metamodello da applicare nel momento in cui le organizzazioni ricercano l’integrazione tra molteplici standard. Definisce regole ed indicazioni su come può essere impostato un sistema di gestione indipendentemente dall’oggetto/obiettivo del sistema e dalla struttura o forma giuridica dell’organizzazione. È ovviamente anch’essa strutturata secondo il modello P-D-C-A, ed integra le varie norme prendendo da tutte il requisito più restrittivo

Ma anche le norme stesse promuovono sempre di più un approccio integrato.

La OHSAS 18001 recita: “OHSAS 18001 e’ stato sviluppato coerentemente con gli standard ISO 9001 e ISO 14001 allo scopo di facilitare l’integrazione dei sistemi qualità, ambiente e sicurezza, come auspicabile”.

La ISO 14001 cita: “L’integrazione delle discipline ambientali nel sistema di gestione globale dell’organizzazione può contribuire all’efficace introduzione del sistema di gestione ambientale, così come alla sua efficienza e alla chiarezza dei ruoli”.

La ISO 9000 dice: “Il Sistema di Gestione per la Qualità è quella parte dei sistema di gestione di un’organizzazione che si propone, con riferimento agli obiettivi per la qualità, di raggiungere dei risultati in grado di soddisfare adeguatamente le esigenze, le aspettative ed i requisiti di tutte le parti interessate. Gli obiettivi per la qualità sono complementari agli altri obiettivi dell’organizzazione quali quelli relativi alla crescita, al finanziamento, alla redditività, all’ambiente ed alla salute e alla sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Ed aggiunge: “Le varie parti dei sistema di gestione di un’organizzazione possono essere integrate, assieme al sistema di gestione per la qualità, in un unico sistema di gestione, utilizzando elementi comuni. Questo può facilitare la pianificazione, l’attribuzione di risorse, l’individuazione di obiettivi complementari e la valutazione dell’efficacia complessiva dell’organizzazione”.

La ISO 9001, infine, recita: “La presente norma internazionale è stata allineata con la ISO 14001, al fine di accrescere la compatibilità tra le due norme, a beneficio dei loro utilizzatori. La presente norma internazionale non include requisiti specifici di altri sistemi di gestione, come quelli particolari per la gestione ambientale, per la gestione per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, per la gestione finanziaria o per la gestione dei rischi.
Essa offre tuttavia la possibilità, ad un’organizzazione, di allineare o integrare i requisiti del proprio sistema di gestione per la qualità con quelli attinenti ad altri sistemi di gestione correlati. E’ anche possibile, per un’organizzazione, adattare il/i sistema/i di gestione in atto per realizzare un sistema di gestione per la qualità che sia conforme ai requisiti della presente norma internazionale
”.

Sistemi & Consulenze Servizi per la Qualità Aziendale

Web: www.sitemieconsulenze.it

Mail: info@sistemieconsulenze.it

Tel: +39 0564 078366

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...